11 dicembre 2022: Galleria Massella APS a Bussolengo VR con la Mostra di DIANE PETERS dal titolo “Into the sea”

Inaugurazione di Galleria Massella APS a Bussolengo VR

con la Mostra di DIANE PETERS dal titolo “Into the sea”

a cura di Licia Massella

Domenica 11 dicembre 2022 alle ore 11 Piazza 26 Aprile ,17

Galleria Massella APS apre la seconda sede a Bussolengo VR in Piazza 26 aprile, 17, con la mostra di Diane Peters dal titolo “Into the sea”.
Nota Galleria d’arte attiva a Verona dal 2005 che presenta opere di pittura, scultura e fotografia che ha lo scopo principale di favorire il contatto degli artisti con il grande pubblico. L’evento di inaugurazione, che gode del Patrocinio del Comune di Bussolengo, sarà domenica 11 dicembre alle ore 11:00 e prevede il brindisi con le autorità, l’artista e la curatrice della mostra Licia Massella.

Diane Peters da sempre è affascinata dalla pittura su carta ad acquerello. Durante l’infanzia ha seguito per anni lezioni dalla pittrice australiana Ruth Tuck, specialista in acquerello e pastelli ad olio su carta.

Diane ha vinto il Concorso per giovani Schanker International Art Foundation Competition. Ha frequentato il corso di Arte al British Institute di Firenze. Ha studiato teatro all’Università di South Australia drama, teatro e film. Si è laureata in arpa jazz e composizione al Victorian College of the Arts di Melbourne. B.A.(Bachelor of Arts e Hons.)
È un artista e compositrice attiva da diversi anni in Australia, Italia e all’estero.

Esplora con competenza il linguaggio figurativo, dimostrando che ogni esperienza creativa è la possibilità che un essere umano ha di rappresentare la sua dimensione spirituale.
Il titolo della mostra “Into the Sea” deriva da un’opera in esposizione che secondo l’artista esprime lo sguardo verso il mare. Il mare costituisce per lei una forte fonte di ispirazione, il desiderio di un tuffo nell’acqua come nella creatività stessa, la meraviglia oltre l’orizzonte.
Le emozioni che ci provoca la natura, il mare sono collegate alla creatività:

 “Into the sea” è la condivisione di tutto questo.
La mostra presenta una selezione delle 15 opere della serie “Variation of the figh leaf” 2020 e la serie di 23 grandi opere realizzate fino al 2022 dal titolo “Into the sea”
In esposizione fino al 6 gennaio 2023, La Galleria sarà aperta nei giorni festivi dalle 10 alle 22. Alle 17 si terranno performance musicali aperte al pubblico. Info L.M. 3487560462

Approfondimento
“Variation of the figh leaf” del 2020 sono quindici quadri la tecnica a mista abbinati a brani musicali. Si tratta di uno studio, di pittura su carta, sulla forma della foglia di fico. con vari colori vivi e sfondi astratti e decorati.
La ricerca della definizione del contorno, il disegno definitivo della foglia, contrasta con lo sfondo decorato che porta a “perdersi” in un’altra dimensione, fuori dal contesto reale in uno di fantasia, ricco di colori e nella bellezza. L’artista nello stesso periodo ha composto brani musicali e poesie alternando pittura, composizione musicale, scrittura. Si tratta di cinque duetti per pianoforte e violino ed alcuni brani più brevi per arpa e violino, flauto dolce alto e voce.
Nella serie “Into the sea” di 23 opere realizzate fra il 2020 e il 2022, sempre su carta, l’artista ha scelto misure più ampie, con immagini del mare all’orizzonte e ampi panorami. Solo in alcune torna il tema delle foglie e i motivi decorativi attraverso segni.

I veri protagonisti di queste opere sono i colori stessi, la sperimentazione e il percorso creativo. Sono stati ispirati e realizzati in varie località d’Italia: Salento, Umbria e nella Valpolicella di Verona dove vive attualmente.
Diane Peters segue con il suo istinto i materiali, è attratta dalle grandi dimensioni e il peso della carta, dalla consistenza dei colori e i pennelli stessi. Matite acquerellabili, pastelli e a volte acrilico, ma anche il collage fanno parte dei suoi lavori.
Dice: “Non posso competere con la perfezione della Natura, ma posso offrire la mia meraviglia quando ne vengo ispirata. Il mio omaggio alla Natura è un tentativo di ricrearla in parte, scegliendone un aspetto, un orizzonte, un elemento come l’acqua o una foglia, la sensazione di una stagione, godendo della trasformazione in espressione visiva: come la vedo, come la sente e creo con i colori. La sfida e fidarmi della mia creatività.”

Il desiderio dell’artista è di rappresentare il soggetto con autenticità. Si sente chiamata a rappresentarlo in maniera astratta, con le proprie sensazioni tramite i colori e il rapporto con i materiali.
Sono i materiali stessi che la guidano, con un senso di sperimentazione e meraviglia di fronte ai risultati via via ottenuti.
“Si tratta di un processo intuitivo, un sogno che viene a me”.

Diane Peters è anche musicista e compositrice, l’arte visiva dunque per lei è completamente libera e sperimentale nonostante aspiri a raggiungere comunque un’opera completa e una composizione bilanciata.
Come nelle composizioni musicali, l’idea o l’ispirazione del quadro le arriva spontaneamente.
Non altera le melodie mentre compone musica e nemmeno gli altri elementi, come l’accompagnamento e lo sviluppo che vengono guidati dal brano stesso.

Lo stesso concetto vale per i quadri che sta dipingendo: non cambia la melodia e durante il processo avvengono sviluppi inaspettati.

Quando dipinge entra nel flusso (flow) della creatività, un’alta concentrazione, una sorta di meditazione. Infatti l’arte visiva rappresenta per lei una forma di meditazione.

Segue un percorso di ricerca della bellezza dedicandosi completamente alle caratteristiche del colore e all’ispirazione che deriva da una libera espressione.

I lavori completati e il processo creativo fanno intuire la profondità umana.

In questo l’artista vede il senso della sua pittura per sé e per gli altri: come con la poesia e la musica anche con la pittura svela la ricchezza di emozioni e sensazioni proprie dell’uomo.  Licia Massella 4/12 /2022

Performance Musicali alla mostra alle ore 17  

11 Dicembre

Stefano Benini e Diane Peters 

Improvvisazioni in arte

18 Dicembre 

“Suite per arte”

Variations on a fig leaf ed altre opere 

Violino – Maddalena Fasoli

Pianoforte – Anna Nicotra

Flauto Dolce tenore – Paola Zanoni

Arpa e voce -Diane Peters

25 dicembre

Improvvisazioni in arte

Chitarra -Thomas Lorusso

Arpa e voce – Diane Peters

26 dicembre 

Solo Arpa e voce

“Dreams for Emma”

6 gennaio

“ Suite per arte”

Variations on a fig leaf ed altre opere

Violino – Anna Pasetto .

Pianoforte – Anna Nicotra

Flauto Dolce tenore – Paola Zanoni

Arpa e voce -Diane Peters

Ingresso libero

Info: 348 7560462 L.M.

Traduci »