8-15 agosto a Bosco Chiesanuova VR: mostra di GIANNI FRANCESCHINI

Siete invitati alla mostra dell’artista Gianni Franceschini dal titolo “Passaggio in Lessinia”


Introduzione

Gianni Franceschini
nasce a San Giovanni Lupatoto in provincia di Verona il 22 giugno 1954.

Dopo studi classici si laurea al DAMS di Bologna in Drammaturgia col prof. Giuliano Scabia.

E’ pittore fin da ragazzo. Finito il liceo sperimenta varie esperienze artistiche, cantautore, mimo, clown. A metà anni settanta trova la sua collocazione ideale nel settore dell’animazione teatrale e quindi nel teatro ragazzi, nel teatro popolare e di ricerca. Nel 1978 inizia la sua carriera professionale in questo ambito. La pittura resta la sua attività più sentita, tanto da diventare parte fondamentale anche nel teatro.

E’ attualmente direttore artistico della compagnia d’arte e teatro Viva Opera Circus della Compagnia Franceschini Performingarts

http://www.compagniafranceschini.it/

Passaggio in Lessinia

Mostra personale di Gianni Franceschini

a cura di Licia Massella
da lunedì 8 a lunedì 15 agosto dalle ore 10 alle 23

Presentata da Galleria Massella APS

presso la Sala mostre del Centro culturale del Comune di Bosco Chiesanuova Verona

in piazzetta Suor Maria Giuseppa Scandola, 4 (dietro la Chiesa)
Con il patrocinio del comune di Bosco Chiesanuova

e grazie alla collaborazione con l’Associazione Bei Passi


Inaugurazione: martedì 9 agosto alle ore 11

Aperitivo di fine mostra: lunedì 15 agosto ore 11

Informazioni 348 75 60 462 www.galleriamassella.com


Evento collaterale aperto al pubblico:
Domenica 14 agosto ore 17:30 Nella sala conferenze adiacente:

presentazione del libro di poesie sulla Lessinia “Angonare de Suspiri” di Agnese Girlanda 

a cura di Licia Massella

Testo di presentazione della mostra personale di GIANNI FRANCESCHINI

PASSAGGIO IN LESSINIA

31/07/2022   Licia Massella


Con le anime dei grandi artisti si può solo apparentemente scherzare perchè in fondo si tratta sempre di un discorso serio e profondo.
Le immagini dipinte da Gianni Franceschini, immagini deliziose, armonicamente o drammaticamente composte, raccontano di noi, di ciò che stiamo vivendo “dentro”:

traumi, sofferenze, speranze, sogni, appelli ai miti che hanno superato ciò per cui stiamo ancora lottando.
Passaggio in Lessinia: 23 opere pittoriche.
23 tessere di un mosaico composto per sfuggire all’ansia di respiro del Covid e le conseguenze traumatiche dei vaccini, della guerra, della mancanza di identità e di lavoro. Ansia che fa appello alle tradizioni di resistenza, alla forza della natura, martoriata più di noi,… al mare costretto a ingoiare rifiuti e profughi.
Blu infatti, in questa mostra, è il colore che riempie persino le montagne, le colline, le arti, di cui solo l’essere umano è artefice, detentore irresponsabile, indegno ed ingrato. L’elenco dei titoli delle opere in mostra appare già una sceneggiatura: con la rabbia di figure fiabesche, come le streghe in volo e le anguane circondate da fuochi d’artificio,….che “sfociano dal mare nella montagna” in eterne, impossibili soluzioni di eternità, come l’amore, la casa, la contrada, l’arte.
Fino a farci coinvolgere in danza e pittura nella casa di un Arlecchino Montanaro. Fino a farci urlare come il lupo: ”Non mi prenderete mai!”
Mostra che conduce a rivolgere lo sguardo e il respiro verso l’alto, la purezza, la libertà per una prossima anelata rinascita.
Sesta mostra personale in collaborazione con Galleria Massella, sesta occasione per portare avanti valori umani di estrema bellezza e necessità.

Ora in Lessinia dove l’animo dell’artista chiede di volare. Non si tratta di una fuga, ma di una scelta di vita responsabile, creativa, in sintonia con la natura.
Ogni opera porta il valore di un impegno etico ed estetico.

Grazie a coloro che parteciperanno con noi a questa rete di sogni, di gioia e di futuro.

Vi aspettiamo!  

Lascia un commento

Traduci »