*Descrizione

Nella sezione Eventi è compreso l’archivio di tutte le mostre avvenute nella sede della Galleria con la locandina e le foto principali dell’evento di inaugurazione.In ordine cronologico sono inserite anche le partecipazioni a Fiere, gli eventi ed i progetti nei quali la Galleria ha svolto funzione di Partner.
All’ inizio, in evidenza, i prossimi eventi.

3 giugno 2017- ITINERARI SOLIDALI

“Itinerari Solidali – Lontano dai luoghi comuni”

sabato 3 e domenica 4 giugno 2017

Rione Filippini e Veronetta


Due giorni di festa organizzata da Le Rondini e da Canoa Club Verona nel quartiere dei Filippini, il quartiere che ospita la storica bottega delle Rondini Altromercato con un ricco programma che partirà da sabato pomeriggio fino a domenica sera.
– laboratori
– reading
– presentazione di libri
– concerto dell’orchestra Mosaika e del Clan Mamacè
– visite guidate
– stand espositivi
– vendita prodotti del commercio equo e solidale
– degustazioni
– discesa con i gommoni
– Food Truck e servizio bar
– spettacolo di burattini di Favolavà
– proiezione film/documentari
– allestimento mostre


Il programma completo su www.rondini.org

link dell’evento:

https://www.facebook.com/events/127834301107973/?acontext=%7B%22ref%22%3A%222%22%2C%22ref_dashboard_filter%22%3A%22upcoming%22%2C%22action_history%22%3A%22[%7B%5C%22surface%5C%22%3A%5C%22dashboard%5C%22%2C%5C%22mechanism%5C%22%3A%5C%22main_list%5C%22%2C%5C%22extra_data%5C%22%3A[]%7D]%22%7D


I Luoghi della Festa sono: la Storica Dogana Veneta (sede del Canoa Club Verona via Dogana, 6), la Sala Birolli e gli spazi adiacenti presso Ex- Macello (via Macello, 17) , la Bottega Le Rondini Altromercato (via Pallone, 2/b), il Teatro Satiro Off di Licia Massella (vicolo Satiro, 8) e la Galleria Massella (via Dietro Filippini 13)

……………………………………….
Nell’ambito dell’ampio programma Vi aspettiamo presso Galleria Massella e Teatro Satiro nei seguenti appuntamenti:
SABATO 3 GIUGNO
ALLE ORE 16.00 Visita guidata da Manuela Uber “Filippini, un piccolo quartiere e tante storie”
Narrate a più voci da personaggi locali del passato e del presente
AMEntelibera e Planet Viaggi responsabili
Ritrovo alle ore 16.00 presso Sala Birolli
Le tappe: Sala Birolli, Galleria Massella con la mostra di Toni Costa a cura di Licia Massella (ore 16.30 circa) ,Teatro Satiro, Dogana, Ponte Navi, Casa Pasquini e via Pallone.
Conclusione alle ore 18.00 circa con una degustazione presso La bottega Le rondini di via Pallone
Per informazioni e prenotazioni: 045 7600128 – 340 7739525 – 345 1780368; info@viaggiamentelibera.it contributo: 10 euro adulti; bambini gratuito
……………………………………….

ALLE ORE 17.00 Presso il Teatro Satiro in Vicolo Satiro, 8 Vr
Documentario DERT di Mario e Stefano Martone
A vent’anni esatti dai tragici avvenimenti che hanno sconvolto la Bosnia, DERT è la testimonianza di una straordinaria esperienza collettiva fondata sulla dignità ed il lavoro. E’ la storia della Cooperativa Agricola Insieme partner di Altromercato.
Le Rondini in collaborazione con TUTTI NELLO STESSO PIATTO Festival internazionale di CINEMACIBO e VIDEODIVERSITA’ e TEATRO SATIRO OFF
Ingresso libero
……………………………….
DOMENICA 4 GIUGNO
ALLE ORE 10.30 presso il Teatro Satiro Off in vicolo Satiro, 8
Documentario “The true Cost” di Andrew Morgan (sottotitolo in italiano)
Girato in diversi Paesi del mondo, il documentario “The true cost” alterna le immagini delle passerelle più famose al mondo con le immagini dei sobborghi più poveri dove viene realizzata la gran parte dei capi di abbigliamento presente sul mercato. Ci fa aprire gli occhi sull’impatto umano e ambientale dell’industria della moda, guidandoci attraverso numerose interviste fra i quali l’eco stilistaStella McCartney e l’attivista Livia Firth.
Ingresso libero
………………………………..
ALLE ORE 15.00 presso il Teatro Satiro Off in vicolo Satiro, 8
Proiezione “Storia di una pallottola” Occhi, suono, cuore. Un’esperienza sensoriale di 35 minuti. La voce narrante di Valerio Mastandrea racconta i pensieri di chi avendo vissuto gli ultimi quindici anni di guera dal punto di vista del pronto soccorso e della sala operatoria , sa bene che l’unica verità della guerra è la tragedia delle vittime.
Emengency – gruppo di Verona
Ingresso libero

……………………………………………

Un cordiale saluto

25 maggio 2017 “La scuola e il territorio Veronese” evento COSP

“La scuola e il territorio Veronese”

evento di progettazione partecipata, organizzato da COSP Verona

“La Scuola e il territorio veronese”

Attività e progetti di orientamento e alternanza scuola lavoro rivolti agli Istituti Superiori
Giovedì 25 maggio 2017 dalle ore 14.30 alle 18.30
presso 311 co-working
Lungadige Galtarossa 21, Verona

Un’occasione di confronto e relazione

tra testimoni della scuola e del mondo del lavoro.

In allegato il programma

Evento di progettazione partecipata-VIA! Veneto in Alternanza
25 maggio 2017
“La scuola il territorio veronese”
311 coworking – L.ge Galtarossa 21 – Verona | 14.30 – 18.30

Via G. V. Zeviani, 8 37131 Verona
Tel. / Fax 045 59 71 08
www.cosp.verona.it – PEC: cosp@tuopec.it


 

 

24 maggio – Inaugurazione Street Gallery 2017

La Grande Sfida 2017

Street Gallery

mostra itinerante di outsider art

dal 24 al 9 giugno 2017
inaugurazione e presentazione mercoledì 24 maggio 2017 alle ore 10.30
presso la Sala del Futurismo all’interno del Ristorante l’Ulivo in Piazza Bra’.
I manufatti artistici ospitati nelle vetrine dei negozi, ristoranti, alberghi del centro di Verona sono visibili attraverso un percorso pedonale, che invita il pubblico a cercare le operein una sorte di 2 caccia alla bellezza”.
InContrTrArti, all’ interno de La Grande Sfida, vuole essere uno spazio di espressione ed incontro tra le diverse forme di espressione artistica e la città.
Dopo la breve presentazione vi invitiamo a cercare con noi le opere esposte.

Martedì 23 maggio ore 16.00 Mostra del Laboratorio di ARTE delle SCUOLE APORTIANE

MOSTRA DEL

LABORATORIO DI ARTE 2016 – 17

SCUOLE APORTIANE

COLORE ed ESPRESSIONE

I PICCOLI ARTISTI

Adele Ferrarini, Luca Mormile, Matilde Pavesi,

Andrea Zenari, Sveva e Viola Polce, Niccolò Tacconi, 

 Gripshi Ryan, Enrico Parladori

a cura di Licia Massella

DAL 23 AL 30 MAGGIO 2016

presso l’ Istituto Scuole Aportiane

 Piazza Broilo, 4 – 37121 VERONA

nel Laboratorio di Arte al 1° piano

INAUGURAZIONE MARTEDI’ 23 MAGGIO ORE 16.10

PROGRAMMA:

ore 16.00 uscita degli alunni.

Apertura a tutte le famiglie e il pubblico

ore 16.10 presentazione della mostra

nell’ atrio al piano primo dei rappresentanti dell’istituto,

i bambini che hanno partecipato al laboratorio e

 la Maestra d’Arte Licia Massella.

ore 16.20 rappresentazione con i burattini 

realizzati con Marco Scacchetti di Favolavà. 

Taglio del nastro e visita della mostra.

Rinfresco e conclusione conviviale fino alle ore 17.30.

Il laboratorio di Arte, condotto da Licia Massella, presso la Primaria paritaria delle Scuole Aportiane di Verona, il martedì dalle 16.00 alle 17.30, inizia ogni anno ad ottobre e si conclude in maggio. Tutti i bambini che naturalmente dimostrano attitudine, talento o semplicemente curiosità, possono parteciparvi. Vengono messi a disposizione tutti i materiali artistici come colori, tele, creta e ognuno, attraverso le  tecniche e i temi proposti, può realizzare un’opera personale. Il percorso si conclude, come per ogni vero artista, con la mostra dei lavori.

info@liciamassella.com – cell.3487560462 

www.galleriamassella.com

Scuole Aportiane Piazza Broilo, 4 – Verona

 tel. 045 8002709 – www.scuoleaportiane.it

 

9 maggio 2017 COSP Vr “Master Storia Arte Musica e Spettacolo”

Si è concluso ieri 9 maggio il “Master Storia Arte Musica e Spettacolo”. Un ringraziamento speciale a Licia Massella per la grande passione con la quale ha creato Satiro OFF e la Galleria Massella. Ringraziamo tutti gli ospiti che hanno partecipato e hanno raccontato la loro esperienza di vita e professionale. Grazie a Roberto Mazzei il curatore dell’Archivio di Stato di Verona che ci ha accolto in uno spazio ricco di storia e grazie agli studenti che hanno partecipato attivamente. Un’esperienza culturale che ha portato sul palco le risorse e le opportunità del territorio. Grazie.

FONTE COSP VERONA

Sabato 6 maggio ore 17.30 TONI COSTA scultore “L’essenza del vuoto”

GALLERIA MASSELLA

in via Dietro Filippini, 13 a Verona (zona Filippini)

presenta la mostra personale di

TONI COSTA Scultore

dal titolo “L’ESSENZA DEL VUOTO”

a cura di Licia Massella

Dal 6 maggio al 9 giugno 2017

Inaugurazione: Sabato 6 maggio alle ore 17.30.

Lo scultore Antonio Costa è nato a Verona nell’ottobre del ’65.
A metà degli anni novanta inizia a dare forma alle sue fantasie utilizzando il legno.

 “Servirebbe ben più di una vita per dare forma a tutto quello che passa per la testa.

Spesso mi chiedo perché scolpire, perché tutto questo impegno, la polvere, l’arduo lavoro di portare a casa tronchi di vari quintali di peso con l’aiuto di amici… la risposta non la saprei dare con esattezza.

Alcune opere sono nate come una sorta di riscatto, per ridare una nuova esistenza a questi esseri viventi abbattuti per qualche motivo più o meno condivisibile.”

Dall’estate del 2012 ha iniziato un percorso nuovo, un’interessante tributo alla bellezza e alla sinuosità del corpo femminile anche se questo, in effetti, non c’è.

A volte ho una sensazione strana guardando alcuni soggetti appena conclusi, non mi so spiegare da dove arrivino, ed io mi sento “solo” un attuatore, un tramite che ha permesso a questa creatura di materializzarsi”.


Queste sculture sono state interamente svuotate finché non rimane uno spessore di 1-3 centimetri. Rimane così solo “l’abito”, il soggetto non c’è. Uno dei segreti dell’artista Toni Costa per riuscire a portare a termine queste opere è lavorare e soprattutto svuotare il tronco finché il legno è ancora fresco, tenendolo umido e lontano da fonti di calore.

“Con questi lavori sto scoprendo che il vuoto ha una sua magia e ha altrettanta importanza del pieno, anzi lascia spazio all’immaginazione di creare un’identità a piacimento.”

“Durante il processo di creazione di una scultura c’è sempre un momento in cui mi sembra di aver smarrito la lucidità e mi sorgono forti dubbi sul risultato: è molto importante aver fiducia e saper rischiare anche interventi azzardati. Grazie al lavoro eseguito con gli scalpelli, le “sgorbie”. La lentezza di lavorazione a cui si è costretti unita all’assenza del fastidioso frastuono degli attrezzi meccanici, lascia il tempo di osservare il cambiamento graduale che sta subendo l’opera. In effetti è questa la dimensione che prediligo; quando il ritmico martellare si associa, in una sorta di sinfonia nascosta, al respiro, al battito del cuore, all’utensile giusto con la giusta affilatura. Ed è un sottile piacere molto “nutriente”….

Il Vuoto come l’Infinito , come non misurabile capacità di essere e comprendere ogni cosa. L’universo femminile, come lo ritrae l’artista Toni Costa, è l’infinito dove ha origine la fantasia e la creatività dell’altro, che può inventare, vedere e immaginare colei che lo potrà corrispondere. (L.M.)

Info 3487560462  liciamassella@gmail.com  Facebook: Galleria Massella    www.galleriamassella.com  www.tonicostascultore


Loc. Costa

1 Aprile 2017 ore 17.30 mostra di Natalina Marcantoni “Raccontami”

Galleria Massella
via Dietro Filippini, 13 a Verona 
presenta la 
 
Mostra personale di
 
Natalina Marcantoni 
“Raccontami”
a cura di Licia Massella
dal 1 aprile al 2 maggio 2017
inaugurazione Sabato 1 aprile alle 17.30 


La pittura di Natalina Marcantoni è “calda”.
L’artista dipinge luoghi per intimi incontri e
sembra dire allo spettatore ”siediti accanto a me”.
Il dialogo a due che si instaura è denso, autentico ed emozionante come la Natura rappresentata nel quadro.
Le vedute della città e dei paesini antichi del lago di Garda, come immagini di fiaba o favola, raccontano la Nostra storia.
A causa del vaccino antipolio, Natalina Marcantoni si ammala all’età di 11 mesi.
La malattia le paralizza entrambe gli arti e la costringe a vivere su una sedia a rotelle.
Dipinge da sempre. Oggi vive e lavora a Ca di david con il fratello Carlo e la sua famiglia.
E’ stata scelta come artista dall’Associazione internazionale VDMFK. 
Collabora con la Spam srl di Verona, Galleria d’arte on line Ability Art.
info 348 7560462 Licia Massella
Natalina Marcantoni: 045 542652 – 346 6446421



11 marzo ore 17.30 mostra di GIUSEPPE CIANO “L’Anima e la materia”

GALLERIA MASSELLA 
presenta
 
L’Anima e la materia
mostra personale di 

Giuseppe Ciano

a cura di Licia Massella

 
11 – 31 marzo
 

Inaugurazione Sabato 31 marzo alle ore 17.30

 

Giuseppe Ciano è nato a Reggio Calabria e dipinge da sempre. Ha conseguito la maturità artistica presso il liceo artistico di Siderno (RC) ed è laureato in Fisica. Nella sua pittura predilige nettamente la figura umana.

Nella personale ricerca intende trovare una sintesi espressiva spontanea che non sia frutto di un processo esclusivamente intellettuale.

Ritrae un corpo che imprigiona l’Anima nella quotidianità.
La materia, e l’imprescindibilità del legame spirito – materia, è al tempo stesso la fonte di tensioni, spasmi ma anche l’unico mezzo attraverso il quale la trascendente natura dell’ Anima si possa esprimere.
Tramite il corpo l’Anima materializza il suo urlo che piombando verticalmente nell’assordante silenzio cerca di frantumare l’orizzontale solitudine della ripetitiva, banale e indifferente quotidianità.


Grandi tele dipinte ad olio con una pennellata sicura e decisa, espressionista. I corpi emergono dall’ombra forti di una bellezza statuaria, carica di significati e messaggi per uno spettatore alla ricerca del senso dell’esistere. (L.M.)

GALLERIA MASSELLA via Dietro Filippini, 13 – Verona

info 3487560462 – Facebook Galleria Massella



25 Febbraio ore 20.30 LICEO ARTISTICO STATALE di VERONA “Il Simposio dei Comici” Spettacolo al Teatro Stimate – Vr

25 febbraio
Il Simposio dei Comici
Spettacolo teatrale liberamente ispirato al Simposio di Platone
TEATRO STIMATE
Il Simposio dei Comici è un’opera liberamente ispirata al Simposio di Platone, proposta nelle forme originali di una “Commedia dell’Arte d’innovazione”.
Il tema è l’Eròs, che, oggi come allora, è fame del corpo e dell’anima, ricerca incessante di nutrimento, di completezza, di conoscenza e d’immortalità: proprio come il teatro.
I protagonisti del simposio platonico prendono le sembianze dei caratteri tradizionali della Commedia dell’Arte: Arlecchino, Balanzone, Brighella, Pantalone, il Capitano, la Servetta, il Garzone. Insieme a loro attori, danzatori, musicisti tentano l’audace impresa di fare il teatro con la filosofia e la filosofia con il teatro. I nomadi artisti si destreggiano tra bauli, valigie, strumenti musicali, lasagne leggerissime e una grande luna, fedeli compagni di viaggio. E poi c’è uno sgabello: lo sgabello di Socrate. Ma Socrate dov’è?
Lo spettacolo, che debutta al teatro Stimate di Verona sabato 25 febbraio 2017 alle 20.30, è realizzato, con il patrocinio dell’Associazione SAT. nell’ambito del progetto Commedia dell’Arte: tradizione e innovazione tra Veneto e mondo, promosso dal Liceo Artistico Statale di Verona e da un gruppo di giovani appassionati d’arte e teatro. Studenti, docenti ed ex-alunni, con un gruppo di allievi musicisti del Liceo Montanari di Verona (indirizzo musicale), hanno creato una compagnia teatrale capace, come le antiche compagnie di Commedia dell’Arte, di realizzare una produzione completa, dalla scrittura del canovaccio e della colonna sonora, fino alla messinscena con musica dal vivo, inclusa la gestione economica ed organizzativa.
Decisivo per l’ideazione del progetto è stato l’impulso del Dipartimento di Filosofia del Liceo Artistico, che ha scommesso sulla validità del teatro come mediatore didattico, proponendo, come soggetto per la messinscena, un testo fondamentale della tradizione filosofica: il Simposio di Platone, punto di riferimento imprescindibile della riflessione sulla bellezza e sull’amore anche in età moderna.
Abbiamo scovato, incastonate nel testo platonico, vene comiche e frecce d’ironia: le abbiamo volute portare in primo piano, convinti che – forse anche nelle intenzioni di Platone – esse segnalassero snodi importanti del dialogo. Da questi snodi comici ed ironici ha preso avvio, nella nostra immaginazione, la metamorfosi dello scritto filosofico in testo teatrale di Commedia dell’Arte.
La stessa metamorfosi che, nella messinscena, trasforma ritualmente gli attori in maschere: i corpi si trasformano e così la voce, il gesto, il movimento, l’abito.
Ne è scaturita una traccia drammaturgica, poi rimaneggiata dal lavoro degli attori, in cui la comicità si affianca alla malinconia o persino alla tragedia, a note liriche e – per dirla con Diotima – a “barlumi lineari di pensiero”. Un ringraziamento al Dipartimento di Filosofia del Liceo Artistico di Verona, che ci ha incoraggiati in questa avventura.
Mario Gallo, Francesca Nardi (autori del canovaccio)
Le musiche si sono ispirate, come suggerito dal sottotitolo del progetto, ad un incontro tra tradizione musicale tipica della Commedia Dell’Arte ed Innovazione. In linea con il testo teatrale si sposano ritmi popolari ad echi rinascimentali e a danze dell’est si alternano melodie impressioniste o, talvolta, sperimentalismi percussivi PostModerni.
Francesco Menini (autore delle musiche e direttore d’orchestra)