SHAKESPEARE AND ART Sabato 21 aprile ore 15 in GALLERIA MASSELLA

SHAKESPEARE AND ART Sabato 21 aprile ore 15 in GALLERIA MASSELLA

Nell’ambito dei numerosi eventi del


FESTIVAL SHAKESPEARE WEEK in VERONA dal 21 al 25 aprile 2018
 
GALLERIA MASSELLA e CASA SHAKESPEARE
presentano la mostra
SHAKESPEARE AND ART
opere di
VERONA URBS PICTA – PATRIZIA KOVACS – GIANNI FRANCESCHINI
a cura di Licia Massella e Solimano Pontarollo
 
c/o GALLERIA MASSELLA
da Sabato 21 a Mercoledì 25 Aprile dalle ore 15.00 alle ore 21.00

Siete invitati all’ 
INAUGURAZIONE di SABATO 21 APRILE – ORE 15.00
Vivere Shakespeare nel quartiere Filippini è PROPORRE spazi, modi e forme per raccontarlo: da questa necessità nasce la collaborazione di Casa Shakespeare con la Galleria Massella che propone per la Shakespeare Week un’analisi visiva del tema del conflitto in Shakespeare, nella sua accezione di motore risolutivo e non agente distruttivo.
Partendo dal Romeo & Juliet e allargandosi ad altri riferimenti, il visitatore è accolto da una proposta visiva su tre livelli:
• Quella dei murales, firmati Verona Urbs Picta, gruppo di writers che ripropone, come uno specchio, la strada, e racconta Shakespeare senza filtri;
• Quella visionaria di Gianni Franceschini, pittore Naif che narra dell’amore impossibile in Giulietta e Romeo e nei Sonetti Shakespeariani;
• Quello passionale e provocatorio di Patrizia Kovacs, che con i suoi dipinti racconta la passione per il Teatro e per Shakespeare con una visione intensa e profonda.
Una mostra fortemente voluta per raccontare Shakespeare e la sua poetica, attraverso lo sguardo dell’artista che traduce in visione pittorica il conflitto quale elemento cardine della rappresentazione teatrale. Il conflitto in tal modo diventa strumento di crescita e rinascita, non più estremizzato dalla violenza narrata nei mass media.
INFO LINE
………………………………………………………………………………….
 
VERONA CAPITALE SHAKESPERIANA
FESTIVAL SHAKESPEARE WEEK – VERONA – 21/25 aprile 2018
 
Comunicato stampa e Programma completo
Che Shakespeare, autore della storia d’amore più famosa al mondo, abbia ambientato le vicende di Romeo e Giulietta nella nostra Verona, riconoscendone un ruolo principe a livello mondiale nella sua poetica, è cosa risaputa. Non tutti però sanno che lo scrittore inglese probabilmente non vide mai davvero i nostri luoghi, ma fu ispirato dai racconti di mercanti londinesi che di ritorno dalla “Serenissima”, raccontarono della bellezza e del fascino delle città Venete. In realtà nemmeno gli studiosi, hanno grandi certezze: qualcuno sostiene che lo scrittore potrebbe aver visitato la nostra città negli anni di “vuoto biografico” tra il 1586 e il 1592, altri insistono sulla teoria che le opere sarebbero solo frutto della sua mente poetica. Di certo c’è che la storia tra i due giovani amanti è assolutamente fittizia ma che trae ispirazione dai fin troppo reali scenari di lotta alcune delle famiglie nobili di quel tempo, Montecchi e Cappelletti (i Capuleti di Shakespeare), che invece, sono realmente esistiti.
Ed è proprio per celebrare il legame forte e indissolubile tra e la nostra città e lo scrittore dell’amore che Casa Shakespeare, col sostegno dell’Amministrazione Comunale, propone un festival internazionale per la diffusione della cultura Shakesperiana che s’intitola appunto “Shakespeare Week”.
Solimano Pontarollo, fondatore di Casa Shakespeare, attore e regista formatosi anche all’Acting Shakespeare della Royal Academy of Dramatic Arts di Londra – racconta che l’idea del festival internazionale giunta alla sua quarta edizione, è nata con l’intento di diffondere la cultura Shakesperiana, nella convinzione che questa possa finalmente essere percepita come “ nostra cultura popolare”.
William Shakespeare nasce (data presunta) il 23 aprile del 1464 e muore lo stesso giorno di 52 anni dopo, precisamente il 23 aprile del 1516. Come altri grandi poeti, autori e pensatori, è stato un elemento determinante nella creazione della Cultura Comune Europea. Approfondirne la conoscenza, misurarsi con essa e riconoscerne le radici comuni è strumento di consapevolezza di una formazione comune che abbraccia la comunità europea. In questo Verona gode di un privilegio unico: Shakespeare l’ha immaginata come ambientazione di più opere, riconoscendone un ruolo principe nella sua poetica.
La Shakespeare Week, assieme alle altre iniziative di Casa Shakespeare Impresa Sociale, vuole valorizzare questo privilegio assumendosi il compito di promozione del binomio Verona/Shakespeare, per una ulteriore crescita culturale della città e per renderla punto di riferimento europeo.
La modalità con cui il festival affronta le tematiche shakesperiane è veramente originale: un fare teatro al servizio del territorio come strumento per la promozione turistica: “in occasione della ricorrenza della data di nascita e di morte (23 aprile) faremo rivivere Shakespeare attraverso una passeggiata nei luoghi della città di Verona, che si trasformeranno in teatro diffuso, itinerante dove i negozi saranno spazi teatrali per un minuto, “musei Shakespeariani” temporanei in cui verranno raccontate le opere del bardo.” Pontarollo così descrive la “Shakespeare Walk”, uno dei tanti momenti che racconteranno la nostra città in chiave shakesperiana.
“Il programma è ricchissimo” continua l’ideatore del festival “la “Romeo and Juliet Experience”, fusione tra visita guidata e performance teatrale sarà un momento speciale dove sarà possibile riscoprire il quartiere Filippini, che in quei giorni sarà teatro all’aperto delle opere del bardo; ma anche nei locali che si affacciano sul lungo fiume, la “rive gauche” veronese, aperitivi e cene saranno declinati al tema con performances che accosteranno in modo creativo la poetica di Shakespeare alla musica e al cibo.
L’idea di valorizzare il quartiere antico a ridosso del centro è molto cara a Casa Shakespeare che ha scelto di lavorare nel teatro Satiro Off che si trova proprio nel cuore dei Filippini. “una tematica che che abbiamo sentito fortemente, condividendola con l’amministrazione Comunale che, assieme a BPM ha sostenuto questo festival permettendone la realizzazione.” – conclude Pontarollo
Così. in un festival pensato per avvicinare anche i giovani alla cultura Shakesperiana, un gruppo di studenti provenienti dalla Russia metterà in scena un adattamento del Romeo & Juliet in inglese, mentre gli aspiranti attori potranno partecipare alle “audizioni Re-life” flash mob teatrale in cui Giulietta e Romeo torneranno in vita nei giorni, nelle ore e nei luoghi voluti da William Shakespeare durante il “Juliet Summer fest” (organizzato da Casa Shakespeare a Verona dal 21 giugno al 29 agosto 2018) mentre i Dance labs di Gen D’Ys, Accademia Danze Irlandesi, saranno un modo per accostarsi al mood Shakespeariano attraverso la musica folk, vero motore di cultura comune europea assimilabile alle opere del Bardo
“Last but not least” ovviamente, un calendario di spettacoli con prime nazionali e compagnie provenienti da tutta Italia che metteranno in scena i vari generi delle opere, filo conduttore della Shakespeare Week, che prevede una rappresentazione per ogni giorno di festival al teatro Satiro Off di Verona : una prima nazionale con Maurizio e Tiziano Panici (Teatro Argot di Roma in collaborazione con Teatris di Marostica) in “La tempesta” incontro scontro tra generazioni nell’opera omnia e di addio di William Shakespeare al teatro (21 aprile) – “Rosalina, come la polvere e il fuoco” (Sycamore T Company di Roma) protagonista che, attraverso il dialogo quasi pirandelliano con uno scrittore, ha l’occasione di raccontare se stessa, la sua passione per Romeo, spiegare le ragioni di quella che proprio lei indica come una “scelta incomprensibile” (22 aprile) – un’attualissima “Bisbetica Domata” (Casa Shakespeare) rappresentazione di una donna con la forza di rifiutare il matrimonio di convenienza per l’amore che arriva da un’onestà maleducata, con finale “rovesciato” rispetto all’originale (23 aprile) – “Riccado III” in versione comica (Korekanè di Rimini) in un allestimento basato, anche, su piccole gag fra gli attori che renderanno accessibile uno dei testi più potenti e più incisivi scritti dal Bardo (24 aprile) -– e un “Midsummer Night’s Dream” (Casa Shakespeare) con un testo in un inglese reso accessibile anche ad un pubblico di bambini e un adattamento in cui viene evocata la complicata trama di uno dei lavori più magici e significativi del Bardo (25 aprile).
SHAKESPEARE WALK
Shakespeare rivive attraverso una passeggiata nella sua Verona, che si trasformerà in teatrodiffuso, itinerante e condiviso dove i negozi saranno spazi teatrali per un minuto, “museiShakespeariani” temporanei in cui verranno raccontate le opere del bardo.
ROMEO & JULIET EXPERIENCE
La Verona che non avete mai visto, raccontata attraverso un percorso fusione tra visita guidata e performance teatrale.
SHAKESPEARE AND ART
Un’esposizione in galleria d’arte, per raccontare il festival di Cultura Shakespeariana, che per il IV anno narra del conflitto come di uno strumento di crescita e rinascita, escludendone il passaggio estremo, quello della violenza, che troppo spesso invece, trova eco nei mass media.
Artisti: Gianni Franceschini, Patrizia Kovacs e Eye Lab Design.
SHAKESPEARE DRINK E CENE A TEMA
Nell’atmosfera antica del quartiere Filippini, il clima Shakesperiano prosegue con aperitivi e cene a tema.
Osteria “Vecia Dogana” osteria a conduzione familiare, ottimi piatti tipici e grande cortesia; lontana anni luce dal solito noioso gourmet minimal-chic. Qui si mangia bene e sano come una volta e i prezzi, soprattutto a pranzo, sono ridotti.
Trattoria “al Bersagliere” locale storico frequentato da personaggi dello spettacolo e veronesi doc, che propone le grandi ed antiche tradizioni della cucina veronese e italiana. Potrete scegliere di mangiare in una delle tre salette (sala pianoforte, sala cantanti, saletta sportiva e giardino in estate) e visitare la cantina del 1200. Carta dei distillati “meditata”: 60 tipi di grappe, 280 tipi di whisky, 18 tipi di rhum e carta degli Oli.
Pizzeria “Salemme” pizza verace con vista mozzafiato sull’Adige all’interno del complesso monumentale dell’Ex Macello.
Ristorante “Vecio Macello” di fronte alle antiche strutture del vecchio Macello di Verona, questo ristorante, propone una location realmente particolare. Proprio al ricordo di quel mercato si ispira anche la cucina, sintesi e combinazione di carne e pesce, materie prime selezionate secondo la freschezza e ciò che offre il territorio, ricordo di questa grande tradizione culinaria locale.
DANCE LABS
Gen D’Ys, Accademia Danze Irlandesi, in un laboratorio open air per accostarsi al mood Shakespeariano attraverso la musica folk, vero motore di cultura comune europea assimilabile alle opere del Bardo – mercoledì 25 ore 16.00
AUDIZIONI RE-LIFE
Un real tv movie da realizzare con gli studenti delle scuole superiori di Verona, per 5 giorni estivi da vivere … fino alla morte
SPETTACOLI TEATRALI
La tempesta prima nazionale con Maurizio e Tiziano Panici (Teatro Argot di Roma in collaborazione con Teatris di Marostica) un incontro scontro tra generazioni nell’opera omnia e di addio di William Shakespeare al teatro (21 aprile)
Rosalina, come la polvere e il fuoco (Sycamore T Company di Roma) protagonista che, attraverso il dialogo quasi pirandelliano con uno scrittore, ha l’occasione di raccontare se stessa, la sua passione per Romeo, spiegare le ragioni di quella che proprio lei indica come una “scelta incomprensibile” (22 aprile)
Bisbetica Domata (Casa Shakespeare) rappresentazione di una donna con la forza di rifiutare il matrimonio di convenienza per l’amore che arriva da un’onestà maleducata, con finale “rovesciato” rispetto all’originale (23 aprile)
Midsummer Night’s Dream (Casa Shakespeare) testo in un inglese accessibile anche ad un pubblico di bambini e un adattamento in cui viene evocata la complicata trama di uno dei lavori più magici e significativi del Bardo (24aprile)
Riccado III in versione comica (Korekanè Teatro di Rimini) in un allestimento basato, anche, su piccole gag fra gli attori che renderanno accessibile uno dei testi più potenti e più incisivi scritti dal Bardo (25 aprile)
Casa Shakespeare
Casa Shakespeare Impresa Sociale propone per il quarto anno la Shakespeare Week, Festival di cultura shakespeariana, edizione italiana ufficiale associata alla Shakespeare Week di Stratford upon Avon (città natale di William Shakespeare). Oltre a produrre spettacoli teatrali, organizza meeting, incontri, confronti, festival ed eventi che chiamino a raccolta, a Verona e nel Veneto, genti di tutta Europa. Mette il “fare teatro” al servizio del territorio, per la promozione turistica e la crescita sociale. Non “si serve di” ma “si mette al servizio di” Shakespeare e di quello che ha creato pensando a città, spazi, territori. Shakespeare, come altri grandi poeti, autori e pensatori, è stato un elemento determinante nella creazione della Cultura Comune Europea. Approfondirne la conoscenza, misurarsi con essa e riconoscerne le radici comuni è strumento di consapevolezza di una formazione comune che abbraccia la comunità europea. www.casashakespeare.it
Solimano Pontarollo
Attore e regista professionista Solimano Pontarollo ha acquisito il master all’Istituto Internazionale della Commedia dell’Arte del Teatro Stabile del Veneto e ha frequentato l’Acting Shakespeare della Royal Academy of Dramatic Arts di Londra. Attore di riferimento del TIB di Belluno collabora con il Punto in Movimento di Verona di Roberto Totola, con Viva Opera Circus , Fondazione AIDA, Onda R . Fondatore della compagnia Tabula Rasa, con cui inizia la sua attività di regista, successivamente è tra i fondatori della compagnia Soledarte, per cui dirige dal 2008 diversi musicals in scena al Teatro Romano e nella Stagione Teatrale Veronese. Fa parte della Sycamore T Company di Roma, come attore, regista e interprete. Dal 2012 organizza a Verona, in collaborazione con Soledarte e la Sycamore T Company, la rassegna estiva Juliet e partecipa al progetto Opera in Love – Romeo and Juliet, interessante commistione di teatro shakesperiano in inglese e opera lirica, che va in scena in estiva presso la Tomba di Giulietta, all’interno della rassegna Juliet nella chiesa di Santa Maria in Chiavica e partecipa alla rassegna invernale Verona in Love. https://www.facebook.com/solimano.pontarollo
TUTTE LE INFO E IL PROGRAMMA SU
PROGRAMMA SHAKESPEARE WEEK VERONA 21/25 APRILE
sabato 21
dalle 15.00 Shakespeare and art Galleria Massella
16.00 Teatro itinerante Shakespeare Walk
17.00 Visita guidata Romeo & Juliet Experience
18.00 aperitivo in musica Shakespeare drink
19.00 Spettacolo LA TEMPESTA – prima naz
20.00 cena a tema
domenica 22
dalle 15.00 Shakespeare and art Galleria Massella
16.00 Teatro itinerante Shakespeare Walk
17.00 Visita guidata Romeo & Juliet Experience
18.00 aperitivo in musica Shakespeare drink
19.00 Spettacolo ROSALINA – prima naz
20.00 cena a tema
lunedì 23
dalle 15.00 audizioni RE LIFE
dalle 15.00 Shakespeare and art Galleria Massella
16.00 Teatro itinerante Shakespeare Walk
17.00 Visita guidata Romeo & Juliet Experience
18.00 aperitivo in musica Shakespeare drink
19.00 Spettacolo LA BISBETICA DOMATA
20.00 cena a tema
 
martedì 24
dalle 15.00 Shakespeare and art Galleria Massella
16.00 Teatro itinerante Shakespeare Walk
17.00 Visita guidata Romeo & Juliet Experience
18.00 aperitivo in musica Shakespeare drink
19.00 Spettacolo MIDSUMMER NIGHT’S DREAM
20.00 cena a tema
 
mercoledì 25
dalle 15.00 Shakespeare and art Galleria Massella
16.00 Danze irlandesi Accademia Gen d’Ys
16.00 Teatro itinerante Shakespeare Walk
17.00 Visita guidata Romeo & Juliet Experience
18.00 aperitivo in musica Shakespeare drink
19.00 Spettacolo RICCARDO III
20.00 cena a tema
Si ringraziano:
– Il Comune di Verona per il Patrocinio e il sostegno;
– Banco BPM – Banca Popolare di Verona, per il continuativo sostegno alle attività sul territorio;
inoltre si ringraziano i seguenti Partner:
– AGEC
– il Comitato per il quartiere Filippini www.facebook.com/vivereifilippini/
– Galleria Massella – www.galleriamassella.com
– Sycamore t company di Cinthia Storari www.sycamoretcompany.altervista.org
– Gen d’Ys – Accademia Danze Irlandesi – www.gensdys.it/verona/
– Up plomb – laboratorio atelier – www.up-plomb.org
– AICS – www.aicsverona.it
– AGIS – www.agisweb.it
– MAG – Società Mutua per l’Autogestione – www.magverona.it
per la “Shakspeare walk” si ringraziano:
– Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Verona
– Liceo Fracastoro – Verona
inoltre si ringraziano:
– Matteo Zonca e Giulia Roversi di Muzo dance theatre company – www.muzodancetheatre.it
– Veronaround www.veronaround.it
– Cristina Zarri, Presidente DMO Associazione per la diffusione della cultura del Destination Management
– Pizzeria Salemme – Via Macello 5/a – Verona
– Trattoria Il Bersagliere – www.trattoriaalbersagliere.it
– Osteria Vecia Dogana – Via Filippini 3 – Verona
– Ristorante Vecio Macello www.veciomacello.com
– On view experiences and weddings di Ornella Naccari – www.facebook.com/onviewexperiences/

Lascia un commento

Traduci »